Caratteristiche - AulaSana - Un respiro pulito nelle nostre scuole

Vai ai contenuti

Menu principale:

Caratteristiche

Soluzioni


Le soluzioni AulaSana per la salubrità delle aule

Sono state svolte numerose ricerche scientifiche sulla IAQ (Indoor Air Quality) delle aule scolastiche, dove sono state misurate le concentrazioni di inquinanti come i pollini, il benzene, i microorganismi, le muffe, il radon, il biossido di azoto, l'umidità relativa dell'aria. I dati emersi da queste ricerche sono abbondanti, ma tutti i ricercatori concordano che vi è un rimedio chiave che risolve la gran parte di questi problemi: un'appropriata ventilazione dell'aula.   
Come elemento indicatore della ventilazione utilizziamo il tasso di anidride carbonica (CO2), anch'esso riconosciuto da tutti come buon indicatore della salubrità dell'aria.

Le soluzioni che vi proponiamo vertono tutte sulla
ventilazione meccanica controllata che permette, con diversi gradi di efficacia, di:

  • Ricambiare l'aria nell'aula con l'obiettivo di mantenere il tasso di CO2 tra i 1.000 e 1.500 ppm (concentrazioni massime indicate dall'ASHRAE Standard 62 e dalla norma UNI EN 15251), perchè un alto tasso di CO2 provoca perdita di concentrazione, sonnolenza ed altri disturbi. L'obiettivo più ambizioso sarebbe di ridurre la CO2 sotto a 1.000 ppm, verso il valore dell'aria esterna, ma non è facile.


  • Ridurre gli inquinanti presenti nell'aula, perchè ventilando si riduce la concentrazione di particolato (PM10, PM 5 etc.), benzene, biossido di azoto, Radon. Questi inquinanti provocano maggiore probabilità di malattie anche gravi nei ragazzi. In particolare il particolato ultrafine (inferiore al PM1) si annida negli alveoli sul fondo dei polmoni senza essere più rimosso.  Una buona parte degli inquinanti può essere ridotta dall'azione filtrante di alcuni nostri aeratori.


  • Filtrare l'aria in ingresso nell'aula per bloccare pollini, microorganismi, muffe, allergeni di acari, particolato sottile e naturalmente polvere. Sono circa il 13% gli studenti che lamentano reazioni allergiche e l'instaurarsi di patologie asmatiche. Con una forte azione filtrante sull'aria in ingresso  gli studenti avranno più salute e meno giorni di malattia.


  • Recuperare il calore contenuto nell'aria esausta in uscita, in modo da mantenere una temperatura confortevole nell'aula e permettere risparmi economici alla gestione della scuola ed evitare inutile dispersione di energia. I nostri migliori aeratori per le aule recuperano tra il 70 e il 95% dell'energia termica, consentendo il miglior impatto ecologico ed economico possibile. Anche la Scuola ne avrà un beneficio misurabile in minori costi di gestione. Anche in questo caso, senza più dover aprire le finestre anche nei mesi più freddi, la salute dei ragazzi ne avrà vantaggio.


  • Ridurre il rumore proveniente dall'esterno (soprattutto in città): questo è un aspetto importante che di solito si sottovaluta. In un indagine su più scuole gli alunni hanno lamentato di non sentire bene la voce dei docenti. La motivazione era spesso attribuibile alle finestre aperte (per ventilazione o per clima favorevole); è evidente come il non sentire sia una causa di non apprendimento e distrazione. Alcuni nostri aeratori insonorizzano il rumore esterno meglio che il muro circostante l'apparato, consentono di tenere chiuse le finestre e sono essi stessi estremamente silenziosi (< 40 dB).


Abbiamo qui descritto gli obiettivi ideali, ma spesso, visto l'alto numero di studenti presenti nelle aule (frequentemente sopra le 30 unità) dovremo accontentarci solo di migliorare le situazioni.
In una situazione di totale non ventilazione anche un miglioramento del 50% sarà importante.

Richiedi un contatto per approfondire

 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu